Adventure4You Shop



« Torna indietro

Sicurezza e comunicazione in tasca

Il CB E LE RICETRASMITTENTI IN VIAGGIO

PREMESSE A CARATTERE GENERALE SULLE COMUNICAZIONI IN VIAGGIO IN ZONE POTENZIALMENTE REMOTE 

Nell'organizzazione di un viaggio avventura è fondamentale non trascurare l'aspetto delle comunicazioni tra equipaggi o persone . Poter comunicare con il mondo esterno , con i  nostri cari , o all'interno di un gruppo in viaggio è uno dei requisiti minimi che suggeriamo.

un sistema di comunicazioni efficiente è in grado di garantire un buon  livello di sicurezza oltre a rappresentare uno strumento  per comunicare durante il viaggio , segnalare ostacoli , svolte o indicazioni sul percorso .

Le comunicazioni possono essere affidate ai sistemi di telefonia mobile siano essi cellulari che satellitari  oppure in alternativa o ad integrazione a sistemi ricetrasmittenti a due vie , i classici walkie talkie  o cb .

Per le  comunicazioni telefoniche ci si affida a dispositivi mobili , i ben noti cellulari , la cui copertura del segnale  è però garantita in buona parte delle aree densamente popolate , mentre per avere la certezza di copertura in aree remote quali deserti o aree a bassissima densità di popolazione è necessario fare affidamento a sistemi di comunicazione satellitare . Un telefono satellitare ha dimensioni prossime a un comune e noto cellulare . 

 

In assenza di rete cellulare è consigliabile  equipaggiare i nostri mezzi  con delle ricetrasmittenti , per le comunicazioni  "punto punto" , tra equipaggi  vengono comunemente utilizzate  le radio ricetrasmittenti.

le radio ricetrasmittenti possono essere di diversa tipologia , modello, tecnologia.

faremo riferimento a ricetrasmittenti AM-FM   e/o VHF-UHF, siano esse mobili/portatili o fisse 

queste premessa è necessaria , perchè se in linea di massima il principio di funzionamento è lo stesso , in molti paesi è differente la normativa che regola il possesso ed utilizzo di tali apparati in funzione della frequenza di utilizzo .

 

Arriviamo al pratico ...

Per il mondo del 4x4 , il sistema che più si presta per facilità di reperimento , di installazione, di utilizzo, basso costo ed infine con una normativa chiara che consente a tutti di essere utilizzato con pochi permessi ..è il CB , il cosiddetto BARACCHINO 

Il CB è una ricetrasmittente  che utilizza la frequenza radio di 27 Mhz , tipicamente  con modulazione AM o FM. Per comodità di utilizzo gli apparecchi CB hanno una canalizzazione fissa , tipicamente di 23, 34 o 40 canali sui quali poter comunicare 

Il funzionamento e l'utilizzo del CB  è piuttosto semplice , una volta installato correttamente l'impianto sarà sufficiente sintonizzarsi sul medesimo canale, con la medesima modalità sia essa AM ( la più comune ed utilizzata ) o FM e sarà possibile comunicare con terze persone . La comunicazione non può avvenire in contemporanea come un comune telefono, vige la regola del "parla e ascolta " .

Il vantaggio dei sistemi radio quali il cb è la possibilità di parlare a più interlocutori nello stesso tempo, l'unica accortezza è quella di parlare a turno uno per volta  , per evitare disturbi o segnali incomprensibili ( la cosiddetta sovramodulazione ) .

 

Un impianto CB è costituito dai seguenti elementi :

1)  l'apparato CB  completo di cablaggi di alimentazione 

 

 

2)  l'antenna , compresi vari sistemi di fissaggio alla carrozzeria .

Il prezzo di acquisto del cb, dell'antenna , ed i costi di installazione sono piuttosto ridotti, questo fa si che sia la tipologia di impianto più diffusa sui mezzi a motore in particolare auto e camion.

TIPOLOGIA 

Come premesso esistono diverse tipologie di CB , tipicamente suddivise in 3 categorie :

fissi

 

portatili

 

veicolari

Gli apparati cb fissi sono tipicamente destinati a un utilizzo in postazione fissa in abitazione, sono caratterizzati dall'avere integrato l'alimentatore e possono essere alimentati direttamente a 220 volt. L'ingombro e l'alimentazione richiesta ne escludono l'utilizzo su mezzi mobili.

Gli apparati cb portatili , caratterizzati da antenne integrate di piccole dimensioni , in genere in gomma , e l'alimentazione a batteria sono da considerarsi una soluzione limite , per basse prestazioni dovute alle dimensioni dell'antenna  e l'autonomia limitata.

Gli apparati cb veicolari sono ideati per l'utilizzo su un mezzo mobile, devono essere connessi alle batterie dei mezzi a 12 volt e connessi tramite un cavo coassiale a un 'antenna esterna posizionata sulla carrozzeria del veicolo .Questa soluzione è quella ideale e suggerita per un 4x4 .

Per quanto concerne la scelta e l'acquisto dell'apparato , i cb sono reperebili nei negozi di elettronica specializzati, in genere in articoli per radioamatori , non è infrequente trovarli anche  nelle stazioni di servizio e non ultimo in negozi specializzati presenti in rete. 

Segnaliamo alcuni dei marchi più noti : midland  sigma antenne  

Suggeriamo la scelta di un modello di modeste dimensioni e spartano con i comandi indispensabili , ad esempio un classico apparato a 40 canali AM FM con comandi volume e squelch.

 

CERCHI UN'ANTENNA CB? VAI SU ADVENTURE4YOU SHOP 

In merito alle antenne è importante valutare il sistema di fissaggio alla carrozzeria , se di tipo fisso con staffe a gronda oppure mobile con una base magnetica, la base magnetica consente un posizionamento in funzione di carico, bagaglio sulle migliori posizioni del veicolo, tipicamente il cofano o il centro tetto e non è necessaria nessuna foratura della carrozzeria . 

Su una base magnetica sarà possibile posizionare una vasta scelta di antenne di diversa forma e lunghezza , suggeriamo antenne con una lunghezza minima di 1,5 mt in acciaio .

Montare , installare e collaudare un impianto CB  è alla portata di chiunque si destreggi con un minimo di manualità. Qualsiasi elettrauto in genere è in grado di svolgere il lavoro per voi .

 

L'apparato cb lo posizioneremo all'interno del mezzo , sul cruscotto, nel vano autoradio , dentro o sotto il cassetto, in dotazione e come accessori ci sono numerose staffe disponibili per il fissaggio.

Dobbiamo collegare i cavi di alimentazione alla batteria o al cavo accendisigari . Il cavo dell'antenna presenta a un'estremità un connettore che collegheremo alla presa presente sul retro dell'apparato  cb. ( verifichiamo che sia ben stretto a mano il connettore ) .

Posizionata l'antenna dopo aver fatto passare il cavo tra le guarnizioni delle portiere ed averlo connesso all'apparato siamo pronti per accendere ed utilizzare il CB.  Consigliamo un impianto con meno cavi volanti possibili , far passare i cavi sotto i tappetini o affiancarli ad altri cablaggi con una fascetta evita l'intralcio dei cavi quando siamo sul mezzo . 

 

Un'ultimo importante accorgimento è riferito alla taratura dell'antenna , per tarare un antenna è necessario disporre di uno strumento chiamato rosmetro, che consentirà la lettura di un determinato valore , il R.O.S., che dovrà essere il più basso possibile, compreso tra 1,1 e 1,5.In alcuni cb il rosmetro è integrato nell'apparato , in altri casi si acquisterà a parte e si interporrà tra antenna e cb con un apposito cavo. 

Normalmente, un'antenna nuova presenta già una taratura di fabbrica che, in linea di massima, è corretta ma, premesso che al variare della frequenza cambia anche la lunghezza d'onda, è chiaro che un'antenna di lunghezza fissa non potrà essere "accordata" ottimamente tanto sul canale 1 quanto sul canale 40. Per questo motivo, si cerca una accordatura standard a centro banda, quindi si cercherà il miglior rapporto ROS nei canali 1, 20, 40 privilegiandolo sul canale 20. L'accordatura si esegue allungando o accorciando di alcuni millimetri lo stilo dell'antenna.

Per quanto riguarda l'uso pratico del cb possiamo suggerire alcune consigli :

quando si vuole iniziare una conversazione accertarsi che il canale sia "libero" , e non ci siano altre comunicazioni in corso .

tra una comunicazione e l'altra fate passare una breve pausa di un paio di secondi , tempo che potrebbe essere necessario ad un altro interlocutore per intervenire .

mantenere un linguaggio informale con le buone regole dell'educazione , non possiamo sapere chi ci sta ascoltando .

non urlare nel microfono, la comunicazione risulterebbe distorta e disturbata.

evitare trasmissioni prolungate , lasciate ogni tanto una breve pausa per non occupare il canale per troppo tempo .

Il codice Q

Il codice Q è un gergo utilizzato dai Radioamatori e in uso anche tra i CB, riportiamo di seguito un estratto dei principali codici :

73 saluti

TNX grazie 

QRM rumore di fondo 

QRN rumore da elettricità statica (nel caso di temporali)

QSB es. il caso di ricezione di un segnale variabile, classico da auto in movimento, ricevuto da stazione fissa o auto ferma

QSP quando 2 stazioni non si sentono e chiedano ad un terzo che sente entrambi di riferire l'uno all'altro

QRT termino le trasmissioni e chiudo la trasmittente 

QSO collegamento radio tra due o più partecipanti 

QRV rimango ad ascoltare le vostre trasmissioni/conversazioni senza intervenire

QSL affermazione positiva, in luogo di OK, K oppure ROGER o RICEVUTO. 

QSY cambio frequenza o canale di trasmissione/ascolto 

QRZ sono chiamato da qualcuno? chi mi chiama?

QTC ho un messaggio

QTH luogo, posizione dalla quale sto trasmettendo

 

Come anticipato nella premessa ,per il possesso e l'utilizzo di un apparato CB è necessario essere avere alcuni semplici documenti, di seguito i dettagli :

Si deve presentare una domanda al Ministero delle Comunicazioni, bisogna pagare un canone annuale tramite conto corrente postale (anno solare) di 12,00 €uro e siamo in regola con la normativa vigente. Ai sensi del "codice delle comunicazioni elettroniche", allegato 25, articolo 36 che recita: "Per ciascuna stazione CB, indipendentemente dal numero degli apparati, l'interessato versa un contributo annuo, compreso l'anno in cui è stata presentata la dichiarazione di cui all'articolo 145 del Codice, di euro 12,00 complessivi a titolo di rimborso dei costi sostenuti dal Ministero per le attività di vigilanza, verifica e controllo. 

PS: Una volta inviata la richiesta, anche tramite lettera raccomandata, si è già in regola. Non occorre attendere la lettera di Concessione ed è sufficiente portare con sé la copia della richiesta, la ricevuta della raccomandata ed il tagliando postale comprovante il pagamento della tassa di concessione; in caso contrario, si può incorrere in una pesante multa. Inoltre, non occorre più denunciare il possesso della ricetrasmittente presso il Commissariato di zona come, invece, era indispensabile fare in passato.

Sul sito istituzionale del Ministero dello sviluppo economico è possibile trovare tutte le informazioni e la modulistica necessarie .

Sul sito del Ministero dello sviluppo economico è possibile trovare tutte le informazioni e la modulistica necessaria.

 

Per le ricetrasmittenti  VHF / UHF valgono le medesime considerazioni del CB per l'installazione e l'utilizzo in generale . 

Questi apparati operano su frequenze VHF comprese nel range 140-170 Mhz, oppure su frequenze UHF 400-470 Mhz.

Si differenziano dai CB per un numero di canali estremamente elevato in virtù di un intervallo di frequenze programmabile molto ampio . 

Gli apparati portatili VHF/UHF sono generalmente più compatti dei cb e godono di una buona efficienza dell'antenna in dotazione in gomma , il cosiddetto gommino.

Attenzione alle normative in vigore che regolano il possesso e l'utilizzo di tali apparati. Per utilizzare apparati operanti in VHF / UHF è necessario essere in possesso di specifiche licenze / concessioni , siano esse per utilizzo radioamatoriale che professionale . Suggeriamo di fare particolare attenzione alle normative vigenti per non incorrere in spiacevoli casi di sequestro degli apparati . 

Sempre sul sito del Ministero dello sviluppo economico troviamo riferimenti e documentazione relativi a questa tipologia di apparati.

Corrado Aprile

SE CERCHI UN CB, ANTENNE CB, ACCESSORI CB VAI SU ADVENTURE4YOU SHOP 

Lascia un commento

Letta l'informativa sul trattamento dei dati personali,

  • Alle attività di marketing

    Alle attività di marketing:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di marketing di cui al punto b) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

  • Alle attività di profilazione

    Alle attività di profilazione:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di profilazione di cui al punto c) del paragrafo Finalità del Trattamento, relative - a titolo esemplificativo e non esaustivo - alle abitudini e propensioni al consumo, comportamento, consultazione e utilizzo del sito web.

  • Alla comunicazione a terzi per fini di marketing

    Alla comunicazione a terzi per fini di marketing:
    Ovvero alla comunicazione dei dati a società connesse o collegate a Adventure4You nonché a società partner delle stesse che li potranno trattare per le finalità di marketing di cui al punto d) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.

Invia il tuo commento

con i tuoi dati prima di inviare il commento.