Adventure4You Shop



Intervista a Mirco Bettini di "Azzurrorosa"

Oggi facciamo due chiacchiere con Mirco Bettini di Azzurrorosa.

Ciao Mirco, partiamo con una domanda oramai classica: chi sei?

"Mirco Bettini, nato a Rimini, classe 63, da sempre innamorato delle moto, inizio come molti la gavetta dalle gare, Enduro, Rally e Cross, ottenendo ottimi risultati, tra cui quello di vice campione rally Marathon 125, partecipando tra gli altri a Rally tra i più impegnativi in assoluto: Rally di Sardegna, Faraoni, Tuareg Rally. A questi si aggiungono una infinità di altre competizioni e tre edizioni dell'Erzberg Rodeo."

Così, giusto per capire con chi abbiamo a che fare. La stagione delle competizioni termina poco dopo il 2000, ma la voglia di andare in moto non diminuisce. Anzi. È infatti in quello stesso periodo che Mirco "vira" dal racing puro al Tourer. E come tutti coloro che vengono dai Rally, punta la ruota anteriore verso l'Africa.

Raccontaci un po':

Si Africa, ma non solo.
Per il Capodanno del 2000 mi regalo un viaggio in Libia, è amore a prima vista e da allora non c'è capodanno che non passi tra le dune o in qualche posto remoto.

Non solo, dopo la Libia inizio a fare 4/5 viaggi l'anno distribuiti tra Nord, West Africa e Sud America. Insomma, come dire, fatti due conti, sono più o meno quindici anni che i viaggi non mancano...

Mirco cos'è Azzurrorosa, come e quando nasce?

Nel 1992 mia moglie, io ed un amico creiamo Azzurrorosa, un' associazione sportiva che punta ad aiutare amici e amiche nelle competizioni sotto tutti i punti di vista, assistenza logistica e via dicendo.
Nel 2000 a questa attività si aggiungono quelle dei corsi in fuoristrada tenuti da istruttori federali e viaggi, quindi aumentano i fronti su cui l'associazione si impegna.
Solo per dirne una, siamo stati i primi nel 2003 a portare le Maxienduro nel Deserto con viaggi che prevedevano un 70% on è un 30% off, abbiamo iniziato con Tunisia e poi Marocco.

Vi siete specializzati in corsi e viaggi per maxienduro, quanto è importante per i possessori di queste ultime partecipare ad un corso di guida in off??

Un corso in off per un proprietario di una Maxienduro è fondamentale per scoprire le potenzialità che questi mezzi offrono. È inutile comprare moto in grado di girare il mondo e poi non riuscire ad affrontare in sicurezza neanche i pochi chilometri di sterrato per raggiungere un agriturismo o che ci separano da una spiaggia fuori mano.Ecco, gli istruttori di Azzurrorosa entrano in gioco lì. Insegnando a gestire in sicurezza mezzi in grado di fare quasi tutto, ma che necessitano di una certa tecnica per essere sfruttati al meglio.
La conoscenza del proprio mezzo in off ha poi notevoli riflessi anche per quanto riguarda la guida su strada, aumentando il feeling con il proprio mezzo e quindi, indirettamente, la sicurezza.


Che taglio date ai vostri viaggi?

Sono oramai 15 anni che viaggiamo con i nostri soci e francamente abbiamo trovato il nostro equilibrio con questa formula: finché si va in moto, ci si diverte, ci si sporca e ci si affatica secondo le proprie abilità, ma quando arriva la sera non voglio negarmi la possibilità di ogni confort, vale a dire che chi viaggia con noi godrà sempre di una sistemazione molto accogliente, fondamentale a nostro avviso per potersi godere una vacanza in pieno relax.

Qual è la parte più gratificante del tuo lavoro?

Su tutte l'insegnamento. Vedere ogni volta la gioia degli allievi nel riuscire a fare cose fino a poco prima per loro impensabili, è sicuramente la parte più bella di questo lavoro.
È incredibile vedere come cambia l'approccio alla guida dopo un corso ben fatto. E poi vedere, durante i viaggi, quelle stesse persone sfruttare a pieno il proprio mezzo, mi dà la misura di come stiamo lavorando.

Scegliere Azzurrorosa, perché?

Per la sua storia, perché è composto da persone appassionate che mettono la massima energia in quello che fanno, ma soprattutto per l'esperienza acquisita sul campo, che ci spinge a dare sempre il massimo e migliorarci continuamente.

Diego Luis Morey

Lascia un commento

Letta l'informativa sul trattamento dei dati personali,

  • Alle attività di marketing

    Alle attività di marketing:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di marketing di cui al punto b) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

  • Alle attività di profilazione

    Alle attività di profilazione:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di profilazione di cui al punto c) del paragrafo Finalità del Trattamento, relative - a titolo esemplificativo e non esaustivo - alle abitudini e propensioni al consumo, comportamento, consultazione e utilizzo del sito web.

  • Alla comunicazione a terzi per fini di marketing

    Alla comunicazione a terzi per fini di marketing:
    Ovvero alla comunicazione dei dati a società connesse o collegate a Adventure4You nonché a società partner delle stesse che li potranno trattare per le finalità di marketing di cui al punto d) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.

Invia il tuo commento

con i tuoi dati prima di inviare il commento.


Sei un organizzatore di viaggi avventura? Desideri essere visibile e inserire i tuoi viaggi nel portale Adventure4You? Registrati ora!