Adventure4You Shop



« Torna indietro

GPS e avventura

GPS e avventura

Il GPS è ormai diventato un elemento insostituibile soprattutto per i viaggi-avventura in zone remote. La relativa facilità d’uso e le mappe aggiornate continuamente, rendono agevole anche il viaggio più impegnativo.
Inoltre lo scambio di tracce e waypoint permette di affrontare percorsi senza averli studiati in precedenza.

CHE COS’È IL GPS

Il Global Positioning System è un sistema di satelliti nato negli anni ’80 in USA per scopi militari. All’inizio degli anni ’90 e dopo aver affinato la tecnologia principalmente in ambito bellico, gli Stati Uniti decidono di estendere l’uso del GPS per fini civili.
28 satelliti orbitano a 20.000 km dalla terra. Ciascuno di essi impiega circa 12 ore per compiere un’orbita completa attorno ad essa inviando un segnale radio all’apparecchio ricevente. Il tempo impiegato dal segnale per percorrere la distanza genera un dato che sommato a quello di almeno altri 2 satelliti (triangolazione) ci dà l’esatta posizione in latitudine e longitudine sul globo terrestre. Oltre alle coordinate può rilevare anche l'altitudine sul livello del mare: in questo caso il margine di errore è di circa 20-25 metri verticali ed è necessaria perlomeno la ricezione di 4 satelliti.

Il GPS funziona su tutto il pianeta, anche negli angoli più remoti e inaccessibili, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno e con qualsiasi condizione meteo; I moderni sistemi cartografici ci segnalano con estrema precisione la nostra posizione su una mappa. Altre funzioni quali il track log o la visualizzazione di mappe satellitari direttamente sul terminale, permettono di raggiungere il il punto prescelto o di navigare lungo una traccia con estrema precisione fornendo dati quali: posizione, velocità, altitudine, tempo e distanza all’arrivo, bussola elettronica e di altimetro barometrico.

Quali sono i limiti del GPS? Innazitutto gli ostacoli ambientali circostanti: metallo, cemento, roccia, la vegetazione molto fitta costituiscono un ostacolo insormontabile. Una strada di città stretta e circondata da abitazioni può costituire un ostacolo per il GPS (questa ipotesi è frequente nei centri storici di molte città italiane). Analogamente la ricezione potrebbe risultare difficile in una zona montana tra pareti rocciose o all’interno di un canyon.

A COSA SERVE IL GPS

Ad individuare l’esatta posizione di un punto geografico attuata grazie all’esistenza di una rete di satelliti  in orbita attorno alla terra. Tale punto viene riportato su una mappa digitale o espresso in latitudine/longitudine per altri usi di cartografia (punto mappa, pianificazione rotta ecc).

COME SCEGLIERE IL GPS

Innanzitutto dobbiamo differenziare la scelta per 4x4 oppure moto. Non che ci siano grosse differenze nella tecnologia, ma viaggiando in auto ci si puo’ permettere uno strumento più grande, non avendo problemi di ingombro e peso.
Inoltre dobbiamo tener conto se il nostro viaggio si svolge su percorsi esclusivamente stradali o se si prevedono dei tratti su piste non segnalate da cartografia digitale.

Questa seconda ipotesi ci orienterà su una scelta di strumento che possa tracciare e memorizzare un percorso o dei waypoint, e caricare delle cartine con tracciati offroad scaricabili gratuitamente da internet.
In moto soprattutto se fuoristrada è preferibile un GPS con i comandi a tasti piuttosto che “touch screen” per ovvie e comprovate difficoltà di utilizzo con i guanti. Tutti i più recenti ricevitori hanno antenne incorporate molto sensibili che permettono l’uso all’interno dell’auto senza dover ricorrere ad antenne esterne.
Il supporto GPS deve essere molto solido ed esente da vibrazioni soprattutto se usato in moto offroad. Touratech e RamMount sono leader nel settore con una vastissima gamma di basette e accessori per il proprio GPS.
La cartografia può essere precaricata nell’unità al momento dell’acquisto o scaricabile nella memoria interna (o scheda) da PC.

GPS PER 4X4

Nüvi della casa americana Garmin offre una linea dei navigatori portatili per tutte le tasche e esigenze, e gioca l'arma della compattezza e della semplicità delle dotazioni con la serie entry level 200 e 250 con mappe precaricate rispettivamente di Italia ed Europa. Sono anche disponibili le versioni con schermo widescreen da 4,3 pollici. Le implementazioni multimediali si ritrovano sui modelli superiori della gamma.

Molto validi i modelli Montana e, anche se fuori produzione il GPSMAP 276/278.

TomTom propone una gamma di dispositivi di navigazione prettamente stradale con le serie GO LIVE - VIA E START con display da 3,5 pollici e widescreen da 4,3 pollici. Tutti gli apparecchi integrano il software TomTom Navigator, in grado di funzionare negli spostamento in auto ma anche a piedi. Il sistema non necessita di un PC di supporto per l’installazione e grazie al display touch screen, permette di pianificare un viaggio con poche e semplici operazioni.

Dopo la fusione con Navman, Mio Technology ha sviluppato la gamma di navigatori con dispositivi GPS integrati Mio Moov (200, 330, 370, 580). La serie Moov presenta il software di navigazione Navman, la funzione di ricerca locale dinamica per la ricerca di punti di interesse, la mappatura in 3D di oltre 1000 località europee e la navigazione attraverso immagini georeferenziate.

GPS PER MOTO

Bisogna optare per un sistema compatto, che funzioni sia con batteria propria che a corrente 12 V, asportabile quando si lascia il mezzo e resistente a vibrazioni, alla pioggia e alla polvere. Lo schermo deve essere antiriflesso e molto luminoso. Altra opzione interessante, soprattutto per l’uso stradale può essere la disponibilità della tecnologia bluetooth per poter utilizzare il GPS con una cuffia senza fili inserita nel casco, per l'ascolto delle indicazioni vocali, o come auricolare per un telefono cellulare compatibile.
In questa categoria si segnalano:

Garmin: Zumo - Nuvi - Montana – Oregon – Colorado – GPSMAP 62 - GPSMAP 60 - GPSMAP 276/278 – ETREX
TwoNav: con i modelli Aventura e Sportiva

TomTom: Rider
Magellan: Explorist

Attenzione: Come tutte le diavolerie tecnologiche moderne, il GPS è un ottimo e spesso solido strumento per l'orientamento in ogni luogo terrestre; nonostante ciò la mancanza di energia o una rottura improvvisa potrebbero mettere a repentaglio la nostra esperienza di viaggio quindi il consiglio è quello di portare sempre la classica bussola e la carta della zona.

SOFTWARE CARTOGRAFICI

Map Source

Il più usato programma di interfaccia per navigatori Garmin, permette di caricare/scaricare dati e mappe tra il GPS e il PC.

OziExplorer

Uno dei migliori programmi cartografici che permette di calibrare mappe raster (bmp, jpg, tiff...) ed usarle come sfondo di navigazione per la visualizzazione, la modifica e la creazione dei dati GPS (waypoint, rotte e tracce), consentendo anche lo scambio di tali dati con il terminale GPS.

CompeGPS

CompeGPS è uno dei migliori software GPS disponibile per la gestione delle mappe. Estremamente versatile e di qualità, dispone di una interfaccia anche in italiano. Esiste nelle versioni Land e Air (entrambi per PC), TwoNav su palmare PDA Windows Mobile e su Tablet PC.

OkMap

Software per calibrare mappe raster, usare anche mappe vettoriali (o ibride) come sfondo per la navigazione. Comunica con Garmin e Magellan. Effettua molteplici tipi di conversione. In italiano ed inglese.

Quo Vadis

TT Quo vadis puo' essere utilzzato per leggere mappe scansite e dimensionate in modo tale da poter creare rotte e Waypoint caricabili sui gps garmin o di altra marca.

SCAMBIO TRACCE E WAYPOINT

Wikiloc

Sahara .it

MotorRaidAdventureSpirit

GLOSSARIO

COORDINATE
Un insieme di numeri o riferimenti che identificano la posizione ovunque sulla terra o nell'atmosfera circostante. Le coordinate vengono solitamente definite in termini di latitudine e longitudine. Sapendo quindi che le coordinate di New York City sono 40° 47’ di latitudine e 73° 58’ di longitudine, è possibile localizzare precisamente l'ubicazione di New York su una mappa o mappamondo.
COSTELLAZIONE
Tradizionalmente, una costellazione è uno degli 88 gruppi di stelle che si vedono la notte nel cielo. I nostri antenati le denominarono con i nomi dei personaggi mitologici (ad es. Ariete), di animali (ad es. l'Orsa Maggiore) o di oggetti di uso quotidiano (ad es. l'aratro). Dai tempi antichi, le stelle hanno sempre rappresentato uno strumento di navigazione.
Nel contesto del GPS, "costellazione" fa riferimento a un gruppo specifico di satelliti utilizzati nel calcolo della posizione, o a tutti i satelliti visibili a un ricevitore GPS in qualsiasi momento.
EQUATORE
Una linea immaginaria intorno al centro della terra a zero gradi di latitudine.
L'equatore è lungo 40.075,16 chilometri (24.901,55 miglia) e attraversa 13 nazioni. Stranamente, la Guinea Equatoriale non è attraversata da esso. Ancora oggi, si perpetua l'antica tradizione secondo cui i marinai che attraversano per la prima volta l'equatore devono assoggettarsi a una cerimonia di iniziazione.
GRADO
Un'unità di misura. 360 gradi equivalgono a un cerchio completo. Le mappe e i mappamondi dividono la terra in gradi di longitudine e latitudine così da permettere di localizzare una posizione tramite alcuni numeri: le sue coordinate.
LATITUDINE
La distanza a est o a ovest del primo meridiano di un punto sulla superficie terrestre. La longitudine viene misurata in gradi e il primo meridiano si trova a zero gradi di longitudine, un cerchio immaginario che attraversa il polo nord, il polo sud e Greenwich, in Inghilterra. Il valore di longitudine massimo è 180 gradi e le longitudini vengono solitamente espresse con il segno positivo a est e negativo a ovest (quindi +67 gradi = 67 gradi a est e -43 gradi = 43 a ovest).
Ma perché Greenwich? Avrebbe molto più senso avere il primo meridiano che attraversi meno terra possibile, e la linea che attraversa Greenwich, a sud di Londra, sicuramente non ha tale caratteristica. In effetti, il meridiano di Greenwich venne deciso solo di recente, nel 1884, a una conferenza di 25 nazioni a Washington DC. Sapendo che stavano perdendo, i francesi si astennero dal voto, e per anni le mappe francesi continuarono a utilizzare il meridiano di Parigi.
POSIZIONE (WAYPOINT)
L'ubicazione di un punto definita da latitudine, longitudine e altitudine.
ROTTA
Termine nautico, riferito alla direzione che si segue compresa fra due punti, denominati anche punti passaggio, nel corso del viaggio. Una rotta viene solitamente misurata in gradi, ma a volte in radianti o millesimi.
« Torna indietro

Focus preparazione
Il mezzo giusto per il viaggio avventura
Il mezzo giusto per il viaggio avventura

Se ti appresti ad effettuare un viaggio-avventura devi conoscere alcuni "segreti" fondamentali per preparare al meglio il tuo mezzo.

Approfondisci
GPS e avventura
GPS e avventura

Il GPS è ormai diventato un elemento insostituibile soprattutto per i viaggi-avventura in zone remote. La relativa facilità d’uso e le mappe aggiornate continuamente, rendono agevole anche il viaggio più impegnativo.

Approfondisci