Adventure4You Shop



« Torna alla lista

Viaggio nei Balcani

Adal
  • Diario di bordo di Adal Inserito il 03-12-2012
  • Destinazione Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Serbia, Albania, Montenegro, Kosovo
  • Quando Dal 10-01-2004 al 25-01-2004
  • Avventura in: 4x4
 
In questo viaggio di 2800 km sono stati attraversati la Bosnia, il Montenegro, l' Albania, il Kossovo e la Serbia; lo scopo del raid era quello di ultimare le riprese del documentario :" Ultime porte dell'est "
Il cineoperatore e fotografo Luciano Bovina di Bologna e Alessandro Castiglioni di Milano, fotografo professionista, sono stati i miei due compagni di viaggio; ragazzi esperti e provati ad ogni situazione.


 

Nelle ultime zone dell'est, dove tutto è rimasto tale e quale e dove  la gente è stanca di guerre  e di miseria, c'è una ripresa, una voglia di cambiare, di vivere un'altra vita. 
La Bosnia porta ancora i segni della guerra, case distrutte, gente che deve pensare a passare la giornata.
Il Montenegro invece è bello, pulito e ordinato, non ci sono problemi di sorta.
E' stata però una tappa di avvicinamento all' Albania dove davvero il tempo si è fermato. 
Non c'è più il dittatore Enver Hoxha, ma la gente stenta ancora, il paese delle aquile o meglio il paese delle vecchie Mercedes, arranca per uscire dal tunnel; le cose da fare sono molte ma hanno enormi potenzialità.
Mare pulito, monti, laghi, fiumi e storia, non dimentichiamo che il popolo albanese discende dagli illirici, il popolo più antico d' Europa.
La tappa più dura è stata da Scutari a Kukes, verso il Kossovo: si sale sulle montagne albanesi, dove la neve ci ha fatto compagnia per tutto il tragitto.
Inutile dire che freddo ci ha accompagnato per tutti i giorni del viaggio e su queste montagne abbiamo trovato anche una caserma di militari italiani.






Ovviamente qui abbiamo fatto una grande festa e abbiamo consegnato ai nostri compatrioti il vino della pace.
Il nostro contingente effettua, in questo angolo del mondo,  un lavoro di assistenza, tutela dell'ambiente e servizio d'ordine. 
Come dicevo il pezzo veramente ad alto rischio è stato sul queste montagne albanesi, da ovest e ad est in direzione Kossovo, si sale fino a 800 metri; le strade o meglio le piste sono completamente ghiacciate in questo periodo dell'anno e non ci sono barriere di protezione, un piccolo errore di guida e si vola giù per il burrone. 

E' stato un viaggio stupendo sia per i rapporti con la popolazione, che per i grandi panorami e per il lavoro svolto: interviste e riprese al limite della sicurezza per accontentare tutti quelli che prenderanno in visione il documentario. 
L' Albania lentamente sta cambiando: le persone che sono rimaste sono veramente disponibili e pronti all' aiuto, il sorriso sempre sincero, gente schietta e concreta.
Certo hanno bisogno di aiuto ma sono anche usciti da 50 anni di regime. Bisogna capirli. 
Ci raccontavano che a lamentarsi in pubblico per il pane, perché ad esempio era duro, si poteva rischiare di essere condannati a 5 anni di campi di lavoro e con questo ho detto tutto.
Le storie che abbiamo ascoltato sembrano facente parte di un altro mondo, purtroppo invece per loro è stata la dura e triste realtà.
Adesso però respirano, c'è un po' di anarchia, ma penso che con il tempo riusciranno a stabilizzarsi e a costruire un mondo nuovo e migliore. 
A Puke, sulle montagne, abbiamo fatto delle foto e delle riprese all'interno di un supermercato.
Era un lontano parente dei nostri ipermercati ma, quando abbiamo finito il lavoro, la spesa e le cose che avevamo comprato erano già state pagate! da chi? D' amici ci hanno detto. 
Questa è l' Albania, terra di contrasti, di grande risorse e di grande ospitalità. 


Sulla via del ritorno abbiamo attraversato il kossovo, completamente blindato dalla polizia: ifor, onu, ksfor, ecc.
C'erano più posti di polizia che abitanti ma ai confini, sia in entrata che in uscita dal paese, non c'era nessuno, ed è stato bello sentirci dire: "...ma cosa ci fate in queste posti? non avete paura? sapete che di notte è molto pericoloso? "
E' stato un viaggio nella storia, dove ogni momento va assaporato, realtà distanti, povertà al limite, ma grande dignità e voglia di vivere.... cosa insegna? 
Che purtroppo non è solo colpa di un popolo se la situazione è tale, ma bisogna risolvere il problema alla radice, capire i perché e le varie fasi della storia; 
Sarà vero, anzi è verissimo, ma visitare posti dove il turismo non esiste è molto stimolante e interessante, i posti più spigolosi, più duri, più
pericolosi, sono molto più veri, più genuini di quelli che offrono souvenir al turista!!
Noi rispondevamo che era tutto sotto controllo, che non avevamo notato niente di anomalo.
 
Voto utenti:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
Il tuo voto:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lascia un commento

Letta l'informativa sul trattamento dei dati personali,

  • Alle attività di marketing

    Alle attività di marketing:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di marketing di cui al punto b) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

  • Alle attività di profilazione

    Alle attività di profilazione:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di profilazione di cui al punto c) del paragrafo Finalità del Trattamento, relative - a titolo esemplificativo e non esaustivo - alle abitudini e propensioni al consumo, comportamento, consultazione e utilizzo del sito web.

  • Alla comunicazione a terzi per fini di marketing

    Alla comunicazione a terzi per fini di marketing:
    Ovvero alla comunicazione dei dati a società connesse o collegate a Adventure4You nonché a società partner delle stesse che li potranno trattare per le finalità di marketing di cui al punto d) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.

Invia il tuo commento

con i tuoi dati prima di inviare il commento.

Sei un organizzatore di viaggi avventura? Desideri essere visibile e inserire i tuoi viaggi nel portale Adventure4You? Registrati ora!
Conosci un preparatore fuori di testa? Segnalaci il tuo preparatore preferito, noi lo aggiungeremo al sito Adventure4You! Proponi il tuo!
Aggiungi e condividi il tuo itinerario! Inserisci!