Adventure4You Shop



« Torna alla lista

UNESCO IN BICI: GIORNO 10

alecris
  • Diario di bordo di alecris Inserito il 22-05-2014
  • Destinazione Italia
  • Avventura in: Bici
Crespi d’Adda. In tempi di assenza di diritto, un modello di industria nel rispetto della dignità del lavoro.
 
Villa dirigenti a CrespiOrganizziamo i due appuntamenti nella mattinata: l’incontro con il sindaco di Capriate San Gervasio, comune che comprende Crespi D’Adda, e la visita con Stefano Scattini, dell’associazione villaggiocrespi.it; due incontri per tornare alla nascita dell’era industriale e vederne i risvolti e le eredità nel presente.
 
La nomina a patrimonio dell’umanità, nel 1995, ha dato maggior visibilità a Crespi D’Adda, imponendo anche una maggior attenzione alla cura del villaggio, rimasto quasi invariato fino ai nostri giorni soprattutto a causa della sua posizione isolata, in un bassopiano raggiungibile solo da nord, racchiuso dalla confluenza dei fiumi Brembo e Adda.
 
La fabbrica venne costruita nel 1878, da Cristoforo Benigno Crespi, sulle rive dell’Adda, per sfruttare la potenzialità delle acque. Il figlio Silvio, reduce dagli studi in Gran Bretagna, volle mettere in pratica gli esempi sperimentati oltremanica in direzione di un'industria più incline alle esigenze del lavoratore. Nei decenni seguenti all’entrata in funzione, si cercò di costruire quello che doveva essere, secondo la visione dei Crespi, un villaggio ideale.  Si costruirono ampie case con giardino, a bassi costi di affitto, si fornirono numerosi servizi gratuiti, impensabili negli altri paesi vicini, come l’acqua corrente, potabile ed industriale, le sementi per l’orto, l’istruzione, la sanità. Si pensò anche alla cura dell’aspetto religioso, con la costruzione della copia quasi perfetta della chiesa rinascimentale di Busto Arsizio, città natale della famiglia Crespi.
 
Nacque così un villaggio costruito per coniugare le necessità produttive con la dignità del lavoro e della vita degli operai, dove il datore di lavoro è il padrone ma anche il grande “padre” della comunità.
 
Naturalmente a fine ottocento le differenze tra le classi e i ruoli, rimanevano ben visibili: i Crespi sottolinearono la loro autorità con la i costruzione di una villa, o meglio un castello, in stile neo-medioevale; per questo il villaggio viene definito un “feudo industriale”, dove tutta la vita verteva intorno alla fabbrica, e, non solo gli edifici, ma quasi gli stessi abitanti erano proprietà privata del datore di lavoro.
 
Dopo le passeggiate per questo singolarissimo paese, risistemiamo il camper in assetto da viaggio e ripartiamo. Domani avremo la giornata libera, questa sera Michele farà in bicicletta i 35 chilometri di strada verso Milano, garantendo la continuità del nostro viaggio in bicicletta. Noi, in attesa del lunedì, unico giorno possibile per la visita al Cenacolo, facciamo una fuga dalle fidanzate, collegati a distanza dal filo invisibile del progetto “UNESCO IN BICI”.
 
Voto utenti:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
Il tuo voto:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lascia un commento

Letta l'informativa sul trattamento dei dati personali,

  • Alle attività di marketing

    Alle attività di marketing:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di marketing di cui al punto b) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

  • Alle attività di profilazione

    Alle attività di profilazione:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di profilazione di cui al punto c) del paragrafo Finalità del Trattamento, relative - a titolo esemplificativo e non esaustivo - alle abitudini e propensioni al consumo, comportamento, consultazione e utilizzo del sito web.

  • Alla comunicazione a terzi per fini di marketing

    Alla comunicazione a terzi per fini di marketing:
    Ovvero alla comunicazione dei dati a società connesse o collegate a Adventure4You nonché a società partner delle stesse che li potranno trattare per le finalità di marketing di cui al punto d) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.

Invia il tuo commento

con i tuoi dati prima di inviare il commento.

Sei un organizzatore di viaggi avventura? Desideri essere visibile e inserire i tuoi viaggi nel portale Adventure4You? Registrati ora!
Conosci un preparatore fuori di testa? Segnalaci il tuo preparatore preferito, noi lo aggiungeremo al sito Adventure4You! Proponi il tuo!
Aggiungi e condividi il tuo itinerario! Inserisci!