Adventure4You Shop



« Torna alla lista

Una tardiva Via del sale

ughetto
  • Diario di bordo di ughetto Inserito il 13-10-2014
  • Destinazione Italia
  • Quando Dal 03-10-2014 al 05-10-2014
  • Avventura in: Moto
Una tardiva Via del sale 
 

Che speranza di successo ha una gita di tre giorni in fuoristrada, in moto, per un gruppo di cinque persone che non si conoscono tra loro, ai primi di ottobre e seguendo una traccia che solo uno conosce in piccola parte? Potenzialmente può naufragare per mille motivi: chi va troppo piano e chi troppo veloce, piove di continuo, ci si perde ad ogni bivio e la traccia non è più valida a causa di frane, asfaltatura recente… Oppure più semplicemente i cinque tizi si stanno sullo stomaco al primo sguardo. E invece: è piovuto solo un paio d’ore, nulla che abbia fermato la comitiva, che ha avuto un leader divenuto tale perché si è sobbarcato il peso della navigazione sbagliando bivio per altro solo un paio di volte su 600 km. In più, due amici si sono uniti ognuno per un solo giorno, anche loro inseriti alla perfezione in questo “quadro” non a norma CEE ma perfettamente funzionante…
Ci si vede ad Altare, sopra Savona. Vale, poi soprannominato l’untore perché il suo raffreddore è poi passato a tutti è quello che mi abita più vicino, e infatti ci conosciamo il giorno prima partendo insieme col suo camper dai confini occidentali della Romagna. Sul carrello la sua ben preparata BMW F 800 GS e la mia XChallenge 650, che esibisce anche lei con orgoglio il suo bravo Ohlins. Troveremo “l’organizzatore” dell’uscita, Gianpi Motorrader detto Romualdo su KTM 690, la mattina alla partenza, insieme ad Enrico detto Alfredo. Entrambi sono partiti all’alba, ed Enrico da Milano direttamente in sella alla Suzuki DRZ 400. Sono spesso il più anziano dell’uscita e ho sempre paura di essere d’intralcio, ma mi rendo conto che anche i miei compagni di merenda non sono di quelli che hanno ansie da prestazione. Certo Vale, detto Pierino, smanetta in modo più coreografico, ma è il sangue romagnolo. Gianpi si dimostra un leader sereno, educato, paziente, spiritoso, competente e buona manetta. Enrico giustamente si sofferma sui panorami per le foto, Vale è noto su facebook per i suoi filmati. Infatti passa le nottate a ricaricare le batterie. Una pianta sradicata dal maltempo che ostruisce il passaggio, a pochi Km dalla partenza e che si aggira senza difficoltà, sarà il solo imprevisto dei 3 giorni. No, in realtà ce ne sarà un altro… sul rientro. A Pieve di Teco si unisce direttamente da Bologna, con una Africa Twin da vetrina, Luca, detto Francesco, perfettamente inserito nel gruppo dopo la stretta di mano da gentiluomini. Da ora sarà una scoperta continua di sterrati strappacore, mai banali, contornati da panorami maestosi, conditi da profumi ora mediterranei ora alpestri, uno spettacolo da non sentire la fame e da stampare bene nella memoria dei ricordi piacevoli, da aggrapparcisi nelle giornate infami per i tanti motivi che ognuno di noi ha. Le nottate ai Rifugi Allavena e Don Barbera sono state di trepidante veglia in attesa che trombone e basso tuba smettessero di russare. Io sono stato accusato di altri disturbi alla quiete ma ‘sti rifugi sono pieni di spifferi, vai a sapere da dove viene la corrente, e poi non ero il solo. Il sabato si unisce l’encomiabile ed esperto Fabrizio detto Fabrizio, tramite il quale scoprirò, dell’esistenza del vino Rossese che si abbina ad alcune delizie della cucina locale. La domenica invece è la volta di Manuel, detto Manuel, di Moto Raid Experience, che organizza e guida viaggi in moto nel mondo ma guida pure la sua Africa Twin in modo pregevole. Sostituisce numericamente Luca che è voluto tornare a gustarsi gli orizzonti alpini che ci siamo persi la sera per la nebbia e per l’oscurità. Quando siamo quasi alla meta, dicono sei chilometri in linea d’aria dalla partenza, una deviazione per evitare la pianta dell’andata su uno dei rari tratti da percorrere nei due sensi, ci porta a seguire la traccia di una alternativa… perdiamo un paio d’ore. Colpa mia in realtà, perché senza GPS montato vado avanti a cercare l’uscita di un intricato dedalo di sentieri franati e vegetazione infestante. Quando torno indietro non trovo più nessuno, loro cercano me e io loro. Alla fine, all’imbrunire, ci ritroviamo al bar, come quattro amici. Lo canta anche quel signore ligure, Gino Paoli.
Alta Via dei monti liguri e Via del Sale, mi rivedrete ancora. Anche perché non lontano da dove siamo passati è stato al lavoro un manipolo di altri amici ben ardimentosi, sono tre con altrettante Africa Twin, a verificare un’altra traccia che a compiti finiti porterà da Bologna a Bardonecchia… A presto!

Di Ugo Passerini – foto Gianpi, Enrico, Ugo
Voto utenti:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. Ottima valutazione
Il tuo voto:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lascia un commento

Letta l'informativa sul trattamento dei dati personali,

  • Alle attività di marketing

    Alle attività di marketing:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di marketing di cui al punto b) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

  • Alle attività di profilazione

    Alle attività di profilazione:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di profilazione di cui al punto c) del paragrafo Finalità del Trattamento, relative - a titolo esemplificativo e non esaustivo - alle abitudini e propensioni al consumo, comportamento, consultazione e utilizzo del sito web.

  • Alla comunicazione a terzi per fini di marketing

    Alla comunicazione a terzi per fini di marketing:
    Ovvero alla comunicazione dei dati a società connesse o collegate a Adventure4You nonché a società partner delle stesse che li potranno trattare per le finalità di marketing di cui al punto d) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.

Invia il tuo commento

con i tuoi dati prima di inviare il commento.

Commenti degli utenti 3

joesimpson joesimpson
piaseinsa
Italia
 

bravo ugo

Il 15/10/2014 alle 12:29

sempre un piacere leggere i tuoi resoconti. Per me è stato solo un piacere poter condurre un manipolo così ben composto; quando vorrete potremo bissare anche perchè io e ugo puntiamo al rossese e quindi torneremo agguerriti più che mai ahahahahahahahahahahaha p.s. enrico, son preoccupato sui significati reconditi del tuo mancato abbraccio ahahahahahahahahaha

Rispondi
Carellik Carellik
San lazzaro di savena
Italia
 

Mi rifarò!!!

Il 15/10/2014 alle 07:28

Ughetto é sempre un piacere leggere i tuoi racconti, peccato non aver preso parte a nessuna delle due comitive ma sarà per la prossima volta!!!

Rispondi
Furietto Furietto
Cornaredo
Italia
 

enrico

Il 14/10/2014 alle 14:18

bel racconto ma soprattutto bello spirito di gruppo! Mi prenoto per il BO-BA!! un abbraccio a Vale, Ugo, Luca, Fabri e Manuel !!

Rispondi
Lascia un commento
Sei un organizzatore di viaggi avventura? Desideri essere visibile e inserire i tuoi viaggi nel portale Adventure4You? Registrati ora!
Conosci un preparatore fuori di testa? Segnalaci il tuo preparatore preferito, noi lo aggiungeremo al sito Adventure4You! Proponi il tuo!
Aggiungi e condividi il tuo itinerario! Inserisci!