Adventure4You Shop



« Torna alla lista

Tanzania off road 2013

corrado
  • Diario di bordo di corrado Inserito il 06-09-2013
  • Destinazione Tanzania
  • Quando Dal 30-07-2013 al 10-08-2013
  • Avventura in: Moto
  • Viaggio organizzato da VIAGGI NEL MONDO MOTOCLUB4X4 AVVENTURE
Viaggio in Tanzania dell'amico Gabriele:

LA PARTENZA: 30/7. 

Ci siamo: si va! La macchina è caricata e piena all'inverosimile dei bagagli miei, di Ale, di Jacques e Alessiogs. Il viaggio fino a Malpensa avviene in un soffio. 
All'aereporto incontriamo il gruppo di partecipanti del nord Italia(gli altri saliranno sul nostro aereo a Roma): tutte facce simpatiche, ci presentiamo l'un l'altro scordando dopo un secondo i rispettivi nomi, come di consueto. Poco male,avremo 10 giorni di tempo per impararli.
Il nostro volo (Ethiopian Airlines) farà Milano-Roma-Addis Abeba. Là cambieremo vettore e prenderemo il volo per Arusha.
A Roma sale il resto della banda, tra cui il mitico Giorgio Giorgetto, conosciuto in Senegal e coinvolto in questa nuova avventura: ha perso 15 chili grazie a una dieta tosta ed è un figurino! Come al solito un bel sonniferone e via! 

31/7.

Ci svegliamo un'ora prima dell'arrivo ad Addis Abeba: ci fanno sbarcare in un aereoporto fatiscente dove passeremo un paio d'ore, poi imbarco volo di due ore fino ad Arusha.
All'aereoporto tanzaniano sbrighiamo la formalità dei visti e troviamo il nostro corrispondente. Ad Arusha fa freddo e tempo coperto: la vicinanza al Kilimanjaro si fa sentire.L'hotel è dignitoso, la camera pulita, il letto confortevole. Sorpresa! La mia macchina fotografica è fracassata, pur essendo stata riposta nel bagaglio a mano. Merda! Andiamo a fare un giro in città ,dove riuscirò a trovare una Sony piccoletta, meglio che niente.. Arusha è una città africana trafficata e poco degna di nota, eccettuato il bellissimo mercato dell'artigianato, da non perdere assolutamente! Chili di acquisti,una prima cena africana e via a dormire, domani si parte!

01/08:

oggi primo contatto con le nostre moto, nuove (8 mesi di vita) Beta 450 RR. Ho già avuto il piacere di guidarla in Senegal, e mi è piaciuta: il meccanico, Frodo (suo vero nome) è persona simpaticissima, efficiente e alla mano: sarà un vero compagno di viaggio. 
Briefing, scelta del mezzo e partenza! Il primo giorno sarà tranquillo, con noiosi pistoni fino al luogo del campeggio. Dopo una sosta-spuntino sotto un baobab raggiungeremo il luogo del campeggio, una riserva Masai protetta da una sbarra. Giunti a destinazione montiamo le tende ed Alì, il nostro cuoco, ci prepara la cena. 
FA FREDDO!!!!! Chi immaginava tali temperature appena sotto l'equatore???
Dopo cena ci raggruppiamo attorno a un fuoco parlando del più e del meno: mi immagino che bello sarebbe stato ci fossero stati anche i miei amici Maiali, anche se le persone con cui sto dividento questa avventura sono proprio bella gente.
La notte sarà fredda, tanto da dormire vestiti sotto il sacco a pelo..
 
02/08: Oggi si fa sul serio.

Sarà una delle tappe più belle: varia,lunga (250km), con bei panorami. Percorreremo sterratoni, piste di sabbia, sentieri guidati in mezzo alla savana. durante una sosta Frodo, Sergio e Giorgetto daranno la scalata a una salita di ghiaia veramente tosta dove rischieremo di perdere Dimitri e Alberto...
Visiteremo villaggi, Ale ballerà con un locale, insomma una giornata di guida e di contatti con i locali. I Masai sono un popolo cordiale, fiero e riservato. Molti hanno moto cinesi, e guardano le nostre con stupore e ammirazione: un idolo locale, dopo aver provato una delle nostre Beta esclamerà:"ho provato un aereoplano Italiano!!!" 
Ale va come un aereo, io invecchio un anno al chilometro pregando ogni divinità conosciuta perché non gli accada nulla, e i chilometri vengono macinati uno dopo l'altro.
Alla sera arriveremo vicino al parco Tarangire, dove dormiremo. Qui fa più caldo, diciamo un nostro bell'aprile. Al campeggio monteremo le tende e mangeremo. Ci verrà caldamente sconsigliato di visitare il paese: la sera i masai ubriachi diventano pericolosi... 

3/8: Parco Tarangire.

Oggi sarà una giornata memorabile: al mattino la visita al parco Tarangire. 
Sveglia di buon'ora, colazione e smontaggio tende.
Appena pronti montiamo sulle Toyota che ci porteranno al parco. 
Il Tarangire è famoso per due fattori: la quantità di elefanti e il fatto che sia l'unico posto ove sia possibile vedere i leoni sugli alberi.
Non vedremo i leoni sugli alberi, ma vedremo assai di meglio....  
 
Esaurito il giro, ci trasferiamo verso il lago Manyara e l'omonimo parco. Sarà una delle più belle sorprese
del giro: il custode del parco in moto ci guiderà tra pellicani, dikdik, bufali e gazzelle. Una birra fresca in riva al lago sarà il degno coronamento di una giornata memorabile!

4/8: oggi Ngorongoro!

Dopo una corroborante notte in hotel, oggi si va al parco nel cratere del Ngorongoro! Il trasferimento fin là sarà in moto, poi monteremo sulle Toyota per la salita e la discesa.
L'entrata del parco ricorda quella di Jurassic Park, con la differenza che qui al posto dei dinosauri ci sono i babbuini. 
Due parole sulle persone dello staff che ci accompagna: eccettuato Ali il cuoco, ersona squisita e disponibilisima, gli altri sono persone da mandare a zappare la terra con i ceppi alle caviglie: indolenti, maleducati e inefficienti. Tra tutti spicca Jeffrey, il loro capo, un concentrato delle qualità di cui sopra.
Proprio lui, dopo averci catechizzato sulla necessità di non lasciare aperta alcuna porta delle Toyota in presenza dei babbuini, lascerà aperta la propria. Morale: un babbuino enorme con tutta calma entra nell'uto, preleva uno dei nostri cestini merenda( spero sia il mio, in genere salto il pasto) e si dilegua nella foresta!
 
La salita alla sommità del cratere è lunga,in mezzo a una vegetazione tropicale lussureggiante e alla nebbia delle nuvole, la discesa altrettanto.... Immagino l'emozione che devono aver provato i primi esploratori che hanno scoperto un posto come questo!
Finalmente la nebbia si dirada e vediamo il lago e la savana: c'è perfino il sole!!!
Il giro del parco sarà bello ma non entusiasmante, perché Jeffrey deciderà di non andare nella parte migliore, quella forestata(e metto anche questo nel conto della sua futura mancata mancia...): riusciamo comunque a vedere leoni, bufali, gnu, serpentari, uno sciacallo e ippopotami.
Finita la gita al cratere, torniamo alle moto: ci aspetta il lago Eyasi, dove pernotteremo in tenda per visitare domani una tribù di boscimani..

5/8, i boscimani e il viaggio al lago Natron..

Temevo fosse una sola per turisti, e invece no: per raggiungere i boscimani dobbiamo fare un viaggio in mezzo alla savana con le Toyota che sarebbe splendido fare in moto..
In mezzo al nulla eccoli: una tribù primitiva che vive di caccia e dei pochi contatti con sparuti gruppi di turisti.. Da portare i figli in visita, fa cambiare le prospettive..
Viaggio al lago Natron. 
Una delle tappe più lunghe, belle ed emozionanti: attraverseremo piste con villaggi abbarbicati sulle montagne e a riserva Masai ove in mezzo a piste sabbiose viaggeremo con le moto tra bufali, zebre, zebù e gazzelle, lungo la Rift Valley in un paesaggio meraviglioso..

6/8: Lago Natron.

Oggi cazzeggio!!! visiteremo il lago, alcuni daranno la scalata alla "Collina impossibile", saliremo lungo il torrente alle cascate.. Stasera si mangia pasta:
Alessio and me faremo il Miracolo Italiano!!

7/8: Lago Natron-Lago Molella(Arusha National Park)

Il Giorno più lungo.
Dopo il giorno di riposo, il giorno più lungo: torniamo nella riserva Masai per deviare verso est, poi sud, poi est ancora.
I solerti accompagnatori si sono scordati di fare benzina, ma dicono che la prima tappa è breve. Sbaglieranno i conti di soli 50km... 
E' una tappa lunga e dura quanto bella: troveremo sabbia, fechfech, piste, guadi, fango e chi più ne ha più ne metta.
Qualcuno rimarrà senza benzina in mezzo al nulla, io non so come riuscirò a non restare senza, insomma ce la faremo. Gli incontri, umani e non,saranno emozionanti come sempre:

8/8: Momela Lodge (Arusha National Park).

Ieri sera all'imbrunire siamo arrivati nel Lodge più bello e nel parco più insipido del nostro viaggio. 
 
Questo Lodge ha una storia: costruito quando ancora la Tanzania si chiamava Tanganika, vi fu girato il film di Howard Hawks "Hatari!" , con John Wayne, Hardy Kruger e la nostra Elsa Martinelli.
Hardy Kruger si innamorò del posto, tanto da acquistarlo e crescervi i suio figli, fino a quando Nierere nazionalizzò ogni proprietà: a quel punto abbandonò la neo-Tanzania e il posto subì un lento ma inesorabile declino che continua ancor oggi.
Il ritorno.
Fatto il Game Drive all'Arusha N.P. ci dirigiamo verso Arusha.
50 km di bellissima strada sterrata ci portano alla trafficatissima strada asfaltata che in altri 30 km ci fanno raggiungere l'hotel dove tutto è iniziato.
Consegna delle moto,
doccia calda, cena in un locale "tipico" dove arriveremo stabilendo un nuovo record per numero di passeggeri "Muzungu" in un singolo pulmino


9/8: si torna.

Alla mattina gita e saccheggio al mercatino dell'artigianato. Poi all'aereoporto, col brivido: il nostro aereo atterra regolarmente, ma non riparte per 2 ore: problemi a un motore, dicono..
Finalmente risolvono tutto, e si parte per Addis Abeba.
Ad Addis Abeba una piacevole sorpresa: in 10 giorni il vecchio aereoporto è sparito lasciando il posto a un aereoporto nuovo fiammante!
Nuovo volo, scalo a Roma ove salutiamo il gruppo centr'Italia capitanato da Giogetto. un'altra ora e siamo a Malpensa: baci, abbracci , saluti e un arrivederci dato col cuore.
 
Conclusioni: 
Qui ero venuto per vedere la Tanzania sì, ma soprattutto per portarci lui
Ale si è divertito moltissimo e ha imparato una volta di più qualcosa sul mondo.
La più grossa soddisfazione è stata sentirgli dire " Questo è il modo giusto per vedere il mondo: stare lontano dagli hotel di lusso e vicino alla gente".
Fare una vacanza del genere con il proprio figlio non ha prezzo.
 
Missione compiuta.
 
Unico problema: mi tampina giorno e notte per avere un Beta 450 RR...
Voto utenti:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
Il tuo voto:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lascia un commento

Letta l'informativa sul trattamento dei dati personali,

  • Alle attività di marketing

    Alle attività di marketing:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di marketing di cui al punto b) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

  • Alle attività di profilazione

    Alle attività di profilazione:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di profilazione di cui al punto c) del paragrafo Finalità del Trattamento, relative - a titolo esemplificativo e non esaustivo - alle abitudini e propensioni al consumo, comportamento, consultazione e utilizzo del sito web.

  • Alla comunicazione a terzi per fini di marketing

    Alla comunicazione a terzi per fini di marketing:
    Ovvero alla comunicazione dei dati a società connesse o collegate a Adventure4You nonché a società partner delle stesse che li potranno trattare per le finalità di marketing di cui al punto d) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.

Invia il tuo commento

con i tuoi dati prima di inviare il commento.

Sei un organizzatore di viaggi avventura? Desideri essere visibile e inserire i tuoi viaggi nel portale Adventure4You? Registrati ora!
Conosci un preparatore fuori di testa? Segnalaci il tuo preparatore preferito, noi lo aggiungeremo al sito Adventure4You! Proponi il tuo!
Aggiungi e condividi il tuo itinerario! Inserisci!