Adventure4You Shop



« Torna alla lista

Pirenei Crossing by Desartica

pipporicotti
  • Diario di bordo di pipporicotti Inserito il 22-05-2015
  • Destinazione Spagna
  • Quando Dal 03-08-2014 al 10-08-2014
  • Avventura in: 4x4
  • Viaggio organizzato da DESARTICA
Primo giorno
Come da programma gli equipaggi si sono trovati nella piazzetta del porto di Colluire alle 9,30
Partiamo ed il primo tratto si inerpica velocemente su di una stradina di montagna asfaltata, stretta e sconnessa, presto abbandoniamo l’asfalto per uno sterrato facile in costa che ci mostra una veduta dell’alto del mare, siamo ancora in territorio francese. Lo sterrato diventa presto mulattiera pietrosa e si addentra, sempre salendo, nei boschi.
Alterniamo tratti in off road a brevi tratti su asfalto in un sali e scendi continuo, ormai siamo entrati in Spagna, Girona. Le quote non sono alte viaggiamo sempre tra i 500 e gli 800 metri, il gruppo mi segue, di tanto in tanto ci fermiamo per fotografare un paesaggio o uno scorcio interessante.
Costeggiando il lago artificiale di Boadella e alternando tratti di off road a tratti di asfalto saliremo a quote superiori ai 1.000/1.300 metri dell’alta Garrotxa,  cominciamo a scoprire i Pirenei, nel tardo pomeriggio ci fermiamo nei pressi di Llierca dove c’è il famoso ponte di età romanica, frutto dell’abilità progettuale di arditi architetti e giunta sino a noi da ammirare nel suo splendore. Li vicino ci aspetta il campeggio con piscina.
 
 
Secondo giorno
Oggi cominciamo a salire anche oltre i 2.000 metri fino a Tregurà e finalmente possiamo godere appieno degli splendidi panorami e delle cime maestose dei Pirenei. I tratti un off road cominciano ad essere la parte preponderante del percorso, sempre in piena sicurezza e senza grosse difficoltà. Attraversiamo ampi pascoli, dove mandrie di mucche a di cavalli si aggirano tranquille ed indisturbate.
Con l’ingresso nel parco del Cadì-Moixerò e con mulattiere che ci portano in quota, la conformazione delle montagne cambia ormai siamo nel cuore dei Pirenei
Una sosta è d’obbligo per visitare la cittadina di Castellar de n’Hug, soprattutto per saccheggiare i 2 negozi di alimentari che offrono una infinità di prodotti tipici del luogo, la parte del padrone la fanno i salumi, di tutti i tipi piccanti e no, ma anche i formaggi non sono da meno, un vero paradiso per buongustai.
Lasciata Castellar de n’Hug ci inerpichiamo su ripide mulattiere che si addentrano sempre di più nel parco e aggirano il massiccio della Pedraforca, chilometri e chilometri senza incontrare anima viva, dall’alto ci fanno compagnia solo i buitre, che con eleganza volteggiano nel cielo sfruttando le correnti ascensionali.
Arriviamo al campeggio di Moli de Fornols, è spartano il più spartano di tutto il viaggio ma grazioso, al suo esterno il proprietario del campeggio ha anche un ristorante dove si mangia molto bene, vale la pena provare la cucina del luogo. Ne rimangono tutti soddisfatti.
 
 
Terzo giorno
Quella di oggi sarà una tappa tutta off road, appena fuori dal campeggio inizia una bellissima mulattiera che con stretti e ripidi tornanti sale e scende all’interno di un bosco infinito aprendosi di tanto in tanto su panorami bellissimi e dove è possibile vedere la catena montuosa dei Pirenei in tutta la sua bellezza. Siamo lontanissimi dai frastuoni della civiltà, chilometri e chilometri senza incontrare nessuno fino ad arrivare ad Ossera, borgo montano di incredibile bellezza e di un’inaspettata vitalità, qui infatti troviamo la bottega di uno scultore che lavora pietra, ferro e terracotta le sue opere sono semplici ma belle. Ossera ci riserverà altre sorprese come l’erborista e il suo bellissimo giardino all’interno del cortile della sua casa o la produttrice di formaggi di capra tra i migliori di Spagna. Tutte persone che hanno deciso di vivere li dopo essere passate durante un viaggio. Che luogo straordinario. Naturalmente non siamo ripartiti a mani vuote, sono luoghi da “cibo da strada”, una vera tentazione.
Lasciata Ossera continuiamo di valle in valle salendo e scendendo sempre su bellissime e panoramiche mulattiere verso la destinazione serale che sarà la città di La Pobla del Segur dove è previsto il pernottamento in hotel e la cena in un ristorante del centro.
 
 
Quarto giorno
Anche quella di oggi è una tappa tutta dedicata all’off road viaggiando sempre su quote che variano tra i 1.300 ed i 1.800 metri dove a volte il fondo si fa impervio e difficile e bisogna prestare attenzione. Comunque divertente d’altra parte lo scopo del viaggio è attraversare la catena montuosa dei Pirenei in off road e se la strada si fa dura i duri tirano fuori i muscoli.
Abbiamo lasciato alle spalle la Catalonia e siamo entrati in Aragona e ce ne accorgiamo perché
qui parlano spagnolo e non il catalano.
Il percorso è divertente ed il gruppo si rinsalda chilometro dopo chilometro, dalle loro facce traspare soddisfazione ed io ne sono felice. Prima di arrivare a Grauss lungo la mulattiera arriviamo a visitare la torre di Fantova con al suo fianco la piccola chiesetta costruite nell’anno 1.000,  per arrivarci occorre fare una deviazione di meno di un chilometro ma la mulattiera che porta alla torre è impervia, ripida con enormi pietre ed un paio di tornanti belli stretti, non male.
Dopo la visita scendiamo a valle e alle porte della città ci aspetta il campeggio sempre con piscina.
 
 
Quinto giorno
Dopo la colazione ci rimettiamo in viaggio, sempre su piste e mulattiere, il sole splende e la temperatura è gradevole la meta odierna è Alquézar, dove giungiamo nel pomeriggio, la cittadina medioevale è bellissima ristrutturata in modo maniacale, ci perdiamo tra viottoli che si inerpicano tra le case in pietra. Finita la passeggiata arriviamo al vicino campeggio.
 
 
Sesto giorno
Sveglia di buon ora e partenza la pista di oggi è tutta all’interno del parco nazionale Sierra Y Canones de Guara, le piste non sono più pietrose ma argillose e le piogge  hanno scavato profondi solchi che ci impegnano in passaggi trialistici, facendo risultare il tutto molto divertente, le quote lentamente scendono sui 5/600 metri  ma verso la fine della tappa ci attende un ultimo strappo che ci porta nel posto che lascia senza parole tutto il gruppo, il Mirador del los Buitre, uno spettacolo unico nel suo genere in quest’area super protetta, di fronte a noi si erge los mallos de Riglos e sopra alle nostre teste decine di falchi solcano il cielo……..bellisimo. Da li scendiamo su di una bella pista che ci porta al campeggio di Loarre
 
 
Settimo giorno
Con tranquillità ci svegliamo e ci dirigiamo verso il Castello di Loarre che apre alle 10,00, una visita di un paio di ore poi via si inizia a scendere, ormai i Pirenei sono alle spalle, veloci sterrati tra le lievi colline ci accompagnano e con calma arriviamo nel pomeriggio nella città di Ejea de Los caballeros. Ci sistemiamo in hotel e il tempo che ci rimane prima di cena lo dedichiamo alla scoperta della cittadina alle porte del deserto de Las Bardenas Reales che attraverseremo domani.
 
 
Ottavo giorno
L’ultimo giorno di viaggio ci porta a Le Bardenas Reales un territorio a cavallo tra l’Aragona e la Navarra unico nel suo genere è un sito naturale semidesertico di circa 42.000 ettari. I suoli sono di argille, gessi e arenarie e hanno subito l'erosione dell'acqua e del vento creando forme sorprendenti tra cui risaltano i canyon, gli altipiani di struttura tabulare e le alture solitarie, chiamate cabezos. Nelle Bardenas non vi sono nuclei urbani, la vegetazione è molto scarsa e i molteplici corsi d'acqua che attraversano il territorio hanno una portata decisamente irregolare, rimanendo secchi per la maggior parte dell'anno. L'altitudine oscilla tra i 280 ed i 659metri. Le Bardenas si situano in un punto equidistante tra i Pirenei ed il Sistema Iberico. Le Bardenas Reales, antico possedimento reale, non fanno parte del territorio di nessun comune e sono proprietà della Comunidad Foral de Navarra e dal 2.000 l'insieme fu dichiarato Riserva della Biosfera.
Da li proseguiamo via asfalto in direzione Pamplona destinazione finale del viaggio, dove arriviamo nel tardo pomeriggio in hotel all’interno della città vecchia, l’hotel è famosissimo perché era un vecchio convento e il ristorante è ricavato all’interno della chiesa, molto scenografico,  dopo una doccia veloce ci tuffiamo nelle vie della città di San Firmino……….per poi ritrovaci poi tutti in chiesa per la cena di saluto!
 
 
Il prossimo anno si replica con 2 date, dal 20 al 28 giugno e dal 18 al 26 luglio per tutte le informazioni visitate il sito www.desartica.org
 
 
 
 
Credit
Testo PippoRicotti
Foto PippoRicotti e Mauro Guberti
 
Voto utenti:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
Il tuo voto:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lascia un commento

Letta l'informativa sul trattamento dei dati personali,

  • Alle attività di marketing

    Alle attività di marketing:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di marketing di cui al punto b) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

  • Alle attività di profilazione

    Alle attività di profilazione:
    Ovvero all’elaborazione e al trattamento dei dati da parte di Adventure4You per le finalità di profilazione di cui al punto c) del paragrafo Finalità del Trattamento, relative - a titolo esemplificativo e non esaustivo - alle abitudini e propensioni al consumo, comportamento, consultazione e utilizzo del sito web.

  • Alla comunicazione a terzi per fini di marketing

    Alla comunicazione a terzi per fini di marketing:
    Ovvero alla comunicazione dei dati a società connesse o collegate a Adventure4You nonché a società partner delle stesse che li potranno trattare per le finalità di marketing di cui al punto d) del paragrafo Finalità del Trattamento, con le modalità di trattamento previste, cartacee, automatizzate e telematiche, a mezzo posta ordinaria od elettronica, telefono e qualsiasi altro canale informatico.

Cliccando sul pulsante di invio, confermo la richiesta del servizio indicato al punto a) dell’informativa, il consenso al trattamento dei dati per le finalità del servizio e con le modalità di trattamento previste nell’informativa medesima, incluso l’eventuale trattamento in Paesi membri dell’UE o in Paesi extra UE.

Invia il tuo commento

con i tuoi dati prima di inviare il commento.

Sei un organizzatore di viaggi avventura? Desideri essere visibile e inserire i tuoi viaggi nel portale Adventure4You? Registrati ora!
Conosci un preparatore fuori di testa? Segnalaci il tuo preparatore preferito, noi lo aggiungeremo al sito Adventure4You! Proponi il tuo!
Aggiungi e condividi il tuo itinerario! Inserisci!